SOTTOTERRA #11

5,00

Disponibile

Categoria:

Descrizione

SOTTOTERRA Rock Zine. NUMERO 11 I ANNO 4 I MAGGIO 2018

Sul numero 11 di SOTTOTERRA:

Non a caso, il numero 11 di SOTTOTERRA per la copertina sceglie FRED COLE, un perdente/vincente che di più non si può. Una vita per l’underground, la sua. 50 anni, dai sixties alla sua morte (dai Lollipo Shoppe ai Dead Moon, passando per mille altre formazioni), arrivata alla fine del 2017, spesi sui palchi di tutto il mondo per diffondere il verbo del garage. Copertina e cover-story tanto anticommerciali quanto meritate.

E poi i soliti salti in un passato che troppo in fretta si tende a dimenticare, con giganti alternativi come JAWBOX, DISTORTED PONY e DEMOLITION DOLLRODS, vecchie glorie di casa nostra da riscoprire come A-10 e STRANGE FLOWERS, ma anche interviste a protagonisti dell’underground italiano di oggi come DEVILS, DALTON e TRIP TAKERS, ovvero un cerchio completo che parte dal trash-rock’n’roll crampsiano e arriva al folk-rock psichedelico, passando per lo street-punk. Come dire: ce n’è per tutti i gusti.

Ma i riflettori di SottoTerra sono puntati anche sulla scena punk e garage contemporanea, lo dimostrano gli articoli e le interviste a BRAIN BAGZ, YOUTH AVOIDERS e ISS. E non mancano articoli “trasversali”, come l’intervista a LUIGI BONANNI (cantante dei Bads) che ricorda di quella volta in cui Captain Sensible dei Damned salì con lui sul palco dell’Espero di Roma, 38 anni fa, quella a GENE GNOCCHI che ci parla delle sue passioni musicali (molte delle quali comuni alle nostre) e la rubrica “Compulsive!” che si occupa di cinema che è “punk dentro”. Doverosi infine i tributi, sentitissimi, ai nostri due “compagni di viaggio” MIKE HUDSON (dei Pagans) e MARK E.SMITH (dei Fall) scomparsi di recente, lasciandoci tutti un po’ più soli.
Tutto questo su SottoTerra 11. Spaccate il salvadanaio

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g